Estrattori di succo di frutta e verdura: quali sono i migliori

2022-06-01 03:37:50 By : Mr. Feng Zhang

Un estrattore di succo per frutta e verdura è un buon investimento in vista dell’estate, soprattutto per chi ama le bibite ma non è un grande consumatore di quelle prodotte industrialmente. I vantaggi di avere in casa estrattori di succo, rispetto a comprare succhi già pronti, sono diversi. Al di là del gusto più naturale e dell’assenza di zuccheri aggiunti, coloranti e altre sostanze, è il metodo di funzionamento degli estrattori a renderli convenienti per la propria salute. Il processo di spremuta a freddo, chiamato così per la bassa produzione di calore, permette di non perdere nessuna delle proprietà e delle sostanze nutritive di frutta e verdura, dalle vitamine agli enzimi e gli zuccheri naturali. In commercio esistono moltissimi estrattori, alcuni molto costosi e altri molto economici. Ne abbiamo selezionato alcuni per guidarvi nella scelta.

Prima di tutto va precisato che gli estrattori di succo sono diversi dalle centrifughe, anche se spesso vengono accostati. I primi, come suggerisce il nome, attraverso il lento movimento di una coclea interna, non fanno altro che estrarre il succo contenuto in frutta e verdura. Le seconde vanno invece a lavorare con le lame e  sono solitamente molto più veloci dell’estrattore, capaci di arrivare a 18mila giri al minuto. Una delle differenze fondamentali sta quindi nella velocità, che porta con sé il discorso del riscaldamento. Il movimento più veloce della centrifuga fa acquistare calore ai prodotti da frullare. Si perdono così alcune sostanze nutritive.

Un primo elemento di cui tener conto prima di acquistare un estrattore è quindi quanto lavora velocemente il modello prescelto. È un dato che si misura in numero di giri: più sono bassi, meno gli alimenti si surriscalderanno e più la coclea separerà meglio i succhi dalle polpe. Essendo dispositivi che vanno a stretto contatto con il cibo, c’è da poi da considerare il materiale di cui sono fatti coclea, filtro e contenitori per il succo. Avere un filtro in acciaio inossidabile gli permette ad esempio di non ossidarsi a contatto con il succo. Altro aspetto importante è controllare, se comunicato dall’azienda disponibile, il rumore prodotto dall’estrattore mentre lavora.

L’estrattore di succo più venduto su Amazon è di H.Koenig (modello GS12). Corpo in acciaio inox, pesa 4.8 kg e misura 37,5×23,5×48,7 cm. La potenza è di 400 watt, il sistema silenzioso (60,5 decibel) e il funzionamento lento (60 giri al minuto). L’interno dell’estrattore ha una capacità di un litro, mentre il contenitore per succo ne può contenere fino a due litri. Il sistema di rotazione è bidirezionale, capace di separare meglio il succo dalla polpa. Viene venduto con una spazzola per la pulizia e uno spintore per infilare più facilmente frutta e verdura dentro il dispositivo. Le sue componenti possono essere lavate in lavastoviglie.

Disponibile a questo link su Amazon

Un altro estrattore di succo tra i più acquistati sul portale di Amazon è dell’azienda inglese Amzchef. Anche questo è un dispositivo silenzioso: rimane sotto ai 60 decibel. Il motore funziona a 80 giri al minuto con sistema a sette spirali. Tutte le parti sono rimovibili sono costruite con materiali antiossidanti per uso alimentare, facili da pulire con una spazzola oppure direttamente in lavastoviglie. La lama è in acciaio inossidabile, il resto in plastica senza BPA. L’estrattore, che misura 30×19,6x30cm, è dotato di chip di protezione del motore: si arresta automaticamente ogni 20 minuti che è in funzione, garantendo un minor consumo energetico e prevenendo l’usura.

Lo potete trovare su Amazon

Tra gli estrattori più venduti su Amazon c’è anche quello di Sunmaki. Ha una potenza di 150 watt, misura 33x31x20 cm e pesa 4,2 kg. Il rumore che produce è intorno ai 60 decibel. La coclea è in acciaio inox, così come il filtro sulla parte inferiore che riesce a tenere ben separati polpa e succo. La macinazione è a spirale ed è progettata con funzione di rotazione inversa, particolarmente utile per sbloccare pezzi di frutta che si sono incastrati. Grazie a sei piedini antiscivolo rimane ben fissato alla superficie di lavoro, evitando che si muova durante la spremitura del succo.

Philips propone vari estrattori, tra cui il modello Hr1889/70. In molti lo apprezzano per l’apertura di inserimento extra-large da 70 mm, che permette di infilare gli alimenti anche a pezzi interi, più facilmente che con altri dispositivi. La tecnologia Gentle Squeezing funziona senza lame, per disperdere la minor quantità possibile di fibre, mentre il sistema Quick Clean – tramite un micro-setaccio – velocizza la pulizia. In ogni caso tutte le componenti assemblabili sono lavabili in lavastoviglie. In plastica, pesa 5 kg e misura 36,2×13,6×36,1 cm. Secondo i test interni condotti da Philips su un chilo di alimenti – uva, mele, mirtilli, fragole, pomodori, arance, angurie e melograno – estrae fino all’80% di succo. Philips propone anche la sua Healthy Drinks App, dove trovare ricette e vari spunti per succhi e bevande, corredati anche da informazioni sui valori nutrizionali.

Acquistabile sul sito di Amazon

Spulciando il catalogo di Russell Hobbs si trova sempre qualcosa di adatto in cucina. Così è anche nel caso degli estrattori di succo. Il modello che abbiamo selezionato è lo Slow Juicer 25170-56, in acciaio inossidabile (compresa la lama) e applicazioni in plastica. Come quello di Philips, ha un tubo di inserimento largo per inserirci frutta anche intera. L’estrattore viene venduto con tre filtri e setacci: uno fine, uno più grezzo e uno adatto alla lavorazione di alimenti surgelati. I singoli contenitori di succo sono impilabili l’uno dentro l’altro. Questo permette una migliore gestione dello spazio quando l’estrattore non è in funzione. La funzione di ricircolo del dispositivo garantisce uno sbrinamento regolare e previene i blocchi causati dai pezzi più grandi. La potenza è di 150 watt.

Appoggio antiscivolo, interruttore per invertire la direzione della coclea e torchio in acciaio inox, anche l’estrattore di succo Slow Juicer MJ-L501 di Panasonic è una buona scelta per chi sta ancora cercando il modello più adatto alle proprie esigenze. Il corpo è in plastica, il peso raggiunge i 4 kg e le dimensioni sono di 17,6×18,5×42,7 cm. Gli accessori con cui è venduto sono: un filtro per succhi; un filtro per ingredienti surgelati, dessert ghiacciati e sorbetti; due contenitori di raccolta e una spazzola per la pulizia. Sul sito Experience Fresh potete trovare ricette da realizzare con il dispositivo.

Succovivo Pro è la proposta che abbiamo selezionato dal catalogo Imetec. La velocità con cui lavora è tra le più basse: 48 giri al minuto. Molto resistente – riesce a lavorare per 30 minuti di continuo – la coclea è realizzata con punte a diamante in Ultem BPA Free, uno dei materiali migliori in circolazione. Questo estrattore ha doppio imbocco, uno da 75 mm per inserire pezzi più grandi (come mele e arance) e uno da 45 mm per i più piccoli (come carote e sedano). Anche il filtro è doppio: quello a maglia stretta, in acciaio inox e Ultem BPA Free, è indicato per chi ama i succhi più puri e vellutati; quello a maglia larga, in acciaio inox e Tritan BPA Free, viene meglio per i succhi ricchi di fibre insolubili. L’estrattore è abbastanza pesante – 7,6 kg – ma piccolo, misurando solo 20x25x17 cm. Include un accessorio per preparare gelati, granite e sorbetti da frutta surgelata e un ricettario con varie idee di ricetta.

Da tenere in considerazione anche il PureJuice PRO di Kenwood: 7,1 kg, costruito in acciaio inox, per un totale di 15,5x20x44 cm. Molto bassi i giri di rotazione: 48 al minuto. Due i tubi di inserimento, uno per gli alimenti piccoli e sottili (frutti di bosco, carote, cetrioli) e uno per tutti gli altri, dove inserire frutta e verdura senza doverla tagliare. Sia il contenitore per il succo che quello per la polpa hanno una capacità di 1,5 litri, mentre la potenza del dispositivo è di 240 watt. Anche questo estrattore è venduto insieme a un ricettario con 48 ricette originali.

Diversi dagli estrattori di succo a spremitura a freddo sono quelli a vapore. Il processo di estrazione a vapore riscalda i succhi, senza cuocerli, così da mantenere comunque zuccheri, acidi e vitamine contenuta nella frutta. I liquidi si separano dalla polpa e vengono filtrati attraversi gli appositi contenitori. Come scelta è utile soprattutto per congelare la fermentazione della frutta, così da conservare i succhi più a lungo. Gli scarti di polpa sono perfetti da tenere per utilizzarli come base per marmellate e gelatine. Uno dei modelli più acquistati dagli utenti Amazon è quello di Gräfenstayn (39,8×31,2×29,4 cm). È tutto in acciaio inossidabile, può essere lavato in lavastoviglie e funziona con tutti i fornelli, compresi quelli a induzione. L’estrattore è composto da: contenitore per succo, cestello per frutta, coperchio di vetro, due tubi in silicone igienico, morsetto in acciaio inox. Può lavorare nello stesso momento con quattro chili di frutta e verdura, mentre il contenitore ha una capacità di 4,3 litri.

È in vendita sul sito di Amazon

Per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle offerte, le nostre prove e guide, iscrivetevi alla newsletter de La Scelta Giusta.