Castellammare - Lancio di frutta e aggressione ad un agente di polizia, convalidato l'arresto | StabiaChannel.it - Libera Informazione

2022-06-25 06:53:22 By : Ms. Eva Liu

Prima gli insulti e il lancio delle cassette di frutta in strada, poi l'aggressione nei confronti di un agente di polizia municipale. Il gip ha convalidato l'arresto della 26enne figlia del titolare di un esercizio di ortofrutta, che è risultato non autorizzato all'esito delle verifiche effettuate ieri su via Panoramica dal nucleo commerciale di polizia municipale, coordinato dal tenente Donato Palmieri. Un controllo che non è andato giù alla giovane donna, la quale aveva iniziato ad inveire e a lanciare cassette di frutta in strada, mettendo anche in pericolo i conducenti di auto e moto che transitavano su un tratto di statale, a scorrimento veloce. La stessa aveva poi colpito il tenente Palmieri con una cassetta di frutta. Per lei sono scattate le manette e, con il processo per direttissima, è stato convalidato l'arresto. Non ci sarà però l'obbligo di firma per la donna, rimessa in stato di libertà in attesa dell'udienza che si terrà ad ottobre.

A trattare il delicato quanto importante argomento c’erano Federico Cafiero De Raho, ex procuratore nazionale antimafia, ed il presidente della fondazione Polis Don Tonino Palmese.

Stabili ricoveri in intensive, in calo quelli ordinari.8 vittime

La decisione dei giudici durante il processo per direttissima alla 26enne figlia del gestore di un esercizio di ortofrutta in via Panoramica, che ha dato in escandescenza a seguito del controllo effettuato ieri dal nucleo commerciale di polizia municipale.

L’attuazione richiede l’individuazione di strategie operative fermo restando la rigorosa applicazione di tutte le misure di prevenzione e controllo Covid 19 previste dalle norme nazionali e regionali.

Un'idea a basso costo: un palco sull'arenile ad uso gratuito per chi vuole organnizare qualcosa per la città.

Si finse corriere per conto del nipote e si fece consegnare 2600 euro. Anziana in lacrime dai carabinieri.

Ecco le strade dove dalle 20 di lunedì alle 7 di martedì i rubinetti resteranno a secco.

Ricoveri in aumento sia nelle intensive che nelle ordinarie

Era in regime di sorveglianza speciale. In carcere un 41enne: finito il processo si rifiuta di rientrare ai domiciliari.